TikTok fa causa al governo degli Stati Uniti

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

L’app di condivisione video TikTok sta facendo causa al governo degli Stati Uniti per un ordine esecutivo che vieta le transazioni con la società cinese negli Stati Uniti.

In precedenza, il presidente Donald Trump ha minacciato di vietare l’applicazione negli Stati Uniti per il motivo la sua proprietà cinese lo rende un rischio per la sicurezza nazionale. ByteDance, la società cinese proprietaria di TikTok, ha negato l’accusa.

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

La società ha aggiunto di essere rimasta scioccata dall’ordine esecutivo, emesso il 6 agosto, che ha messo in moto un periodo di 45 giorni per TikTok per trovare un acquirente per le sue operazioni negli Stati Uniti. Ha aggiunto che non ha avuto altra scelta che lanciare una sfida legale all’ordine: “Quello che abbiamo incontrato invece è stata una mancanza di un giusto processo in quanto l’amministrazione non ha prestato attenzione ai fatti e ha cercato di inserirsi nei negoziati tra le imprese private”, ha detto TikTok.

TikTok ha detto che è fortemente in disaccordo con la posizione della Casa Bianca che la società era una minaccia per la sicurezza nazionale, dicendo che aveva “preso misure straordinarie per proteggere la privacy e la sicurezza dei dati degli utenti statunitensi di TikTok”.

Non prendiamo alla leggera il governo. Ma con l’ordine esecutivo che minaccia di portare un divieto sulle nostre operazioni negli Stati Uniti … semplicemente non abbiamo scelta”, ha detto TikTok.