Pompeo spinge il Sudan a normalizzare i legami con Israele


Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha visitato il Sudan martedì per spingere per normalizzare i legami con Israele. Tuttavia, il governo di transizione del Sudan ha detto che non ha un mandato per stabilire legami diplomatici con Israele.

“La fase di transizione in Sudan è guidata da un’ampia coalizione con un’agenda specifica: completare il processo di transizione e raggiungere la pace e la stabilità nel paese, portando a libere elezioni. Il governo di transizione non ha un mandato al di là di questi compiti per decidere sulla normalizzazione con Israele. La questione sarà decisa dopo che i compiti del governo di transizione saranno completati”, ha dichiarato il primo ministro del Sudan Abdullah Hamdok in una dichiarazione.


Dopo che la rivolta popolare ha portato i militari a rovesciare il leader autocratico Omar al-Bashir nel 2019, il Sudan è ora governato da un governo militare-civile, con elezioni possibili alla fine del 2022.

La visita di Pomeo arriva meno di due settimane dopo che Israele e gli Emirati Arabi Uniti hanno detto che avrebbero normalizzare i legami in un accordo sostenuto dagli Stati Uniti. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha detto in una dichiarazione che Pompeo e Hamdok hanno discusso “sviluppi positivi nelle relazioni Sudan-Israele”.