L’Uzbekistan lancia gara per la centrale eolica da 100 MW

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Uzbekistan Ministero dell’energia ha lanciato il 16 aprile un processo di gara per una nuova centrale eolica da 100 MW. La gara fa parte della strategia per le energie rinnovabili dell’Uzbekistan volta a generare un quarto di tutta l’elettricità da fonti rinnovabili, secondo il 2030.

“In questi tempi difficili per l’economia mondiale, siamo lieti di lavorare con la BERS e il governo del Giappone a questo nuovo progetto di energia eolica”, ha dichiarato il vice ministro dell’energia dell’Uzbekistan, Sherzod Khodjaev. Si tratta del primo progetto in un ambizioso programma per soddisfare la crescente domanda di energia e allo stesso tempo realizzare un ecosistema energetico più sostenibile e conveniente per l’Uzbekistan”, ha aggiunto.

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Il nuovo impianto da 100 MW e le relative infrastrutture saranno situati in un sito nel distretto Qorao’zak del Karakalpakstan, nel nord-ovest del paese. I potenziali partner del settore privato sono stati pertanto invitati a presentare un’Espressione di interesse per sviluppare, finanziare, costruire e possedere il progetto.

Il ministero dell’energia dell’Uzbekistan ha dichiarato che intende sviluppare l’area più ampia con una capacità eolica totale di 300 MW, e una successiva gara d’appalto per procurarsi i restanti 200 MW dovrebbe essere rilasciata a breve.

Il progetto è sostenuto dalla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) e dal governo del Giappone. Altri donatori stanno fornendo assistenza tecnica nell’ambito di un programma globale per sviluppare 1 GW di energia eolica nel paese attraverso partenariati pubblico-privato.

Questo bando rappresenta il primo progetto del piano 1 GW e coinvolge il Ministero dell’Energia, il Ministero degli Investimenti e del Commercio Estero e l’Agenzia per lo sviluppo di partenariati pubblico-privato sotto il Ministero delle Finanze.

Il governo uzbeko si è impegnato a raggiungere gli obiettivi generali della politica volta a migliorare l’efficienza energetica e ad aumentare la quota di energie rinnovabili nell’equilibrio energetico del paese in linea con il contributo determinato a livello nazionale (NDC) ai sensi della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.