L’Ungheria ha infranto le norme dell’UE in quanto la legge sull’istruzione,

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Il governo conservatore ungherese sta violando il diritto dell’UE con norme che hanno portato alla chiusura di un’università liberale fondata dal miliardario George Soros, un consulente della Corte di giustizia dell’Unione europea ha dichiarato giovedì.

Il parere della più alta corte dell’UE ha affermato che il governo di destra del primo ministro Viktor Orban aveva ingiustamente preso di mira l’Università dell’Europa centrale (CEU) con la legge. Orban, un critico vocale di Soros, e il suo partito Fidesz al potere sono stati ripetutamente criticati dall’UE per le loro politiche anti-immigrazione.

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Nel 2017, l’Ungheria ha modificato la legge sull’istruzione superiore per consentire alle università registrate all’estero di operare solo se offrono anche corsi nel loro paese d’origine e se esiste un trattato internazionale tra l’Ungheria e lo Stato straniero. La CEU è stata fondata secondo la legge dello Stato di New York negli Stati Uniti e non ha soddisfatto i criteri.

Dopo una lunga lotta tra Orban e il finanziere ungherese Soros, con sede negli Stati Uniti, il CEU ha deciso in novembre di spostare i suoi corsi in un nuovo campus in Austria.

Tuttavia, i requisiti giuridici dell’Ungheria non sono compatibili con il diritto dell’UE e il diritto dell’OMC, l’avvocato generale Juliane Kokott ha scritto a suo parere, aggiungendo che le università straniere e nazionali dovrebbero essere trattate allo stesso modo.

I giudici del tribunale di solito seguono le opinioni dei consulenti, anche se non sono obbligati a farlo. Nei prossimi due o quattro mesi è prevista una sentenza.