Le autorità di regolamentazione dell’UE indagano sul piano di Google per l’acquisto di Fitbit


La Commissione europea ha aperto un’indagine approfondita sul piano di Google per l’acquisto del produttore di dispositivi di monitoraggio fitness Fitbit. L’UE è preoccupata che l’accordo trincererebbe la posizione di Google nel mercato degli annunci online “aumentando la già vasta quantità di dati” che l’azienda utilizza per personalizzare gli annunci.

“La nostra indagine mira a garantire che il controllo da parte di Google sui dati raccolti tramite dispositivi indossabili a seguito dell’operazione non distorce la concorrenza”, ha dichiarato la commissaria europea alla concorrenza Margrethe Vestager.


Google ha accettato di acquistare Fitbit a novembre 2019 per 2,1 miliardi di dollari. Privacy, giustizia sociale e gruppi di consumatori hanno chiesto alle autorità di bloccare l’accordo, citando preoccupazioni in materia di privacy e antitrust.

“Si prevede che l’uso di dispositivi indossabili da parte dei consumatori europei crescerà in modo significativo nei prossimi anni. Questo andrà di pari passo con la crescita esponenziale dei dati generati attraverso questi dispositivi. Questi dati forniscono informazioni chiave sulla vita e la situazione sanitaria degli utenti di questi dispositivi”, ha dichiarato Vestager.

Google ha promesso di non utilizzare i dati di salute e benessere Fitbit per gli annunci Google. “Questo accordo riguarda i dispositivi, non i dati. Siamo stati chiari fin dall’inizio che non useremo i dati di salute e benessere Fitbit per gli annunci Google”, ha dichiarato Rick Osterloh, Senior Vice President per dispositivi e servizi di Google.

La Commissione europea ha tempo fino al 9 dicembre per decidere se bloccare o approvare l’accordo.