La BCE afferma che nel 2020 sono necessari 1,5 trilioni di euro per affrontare la crisi dei virus

La BCE afferma che nel 2020 sono necessari 1,5 trilioni di euro per affrontare la crisi dei virus


La Banca centrale europea ha detto ai ministri delle finanze dell’Eurozona che l’area dell’euro potrebbe aver bisogno di misure fiscali per un valore fino a 1,5 trilioni di euro nel 2020, per affrontare la crisi coronavirus, hanno detto i funzionari a Reuters.

Durante la teleconferenza dei ministri delle finanze dell’Eurozona tenutasi martedì pomeriggio, diversi paesi, tra cui la Germania e i Paesi Bassi, erano ansiosi di accettare un pacchetto di salvataggio dell’UE da 500 miliardi di euro per affrontare le turbolenze economiche di Covid-19, tuttavia, le divisioni tra nord e sud erano profonde e i ministri non riuscirono a raggiungere un accordo.


L’Italia e i Paesi Bassi si sono scontrati sulle condizioni per il credito dell’eurozona per i governi che combattono la pandemia, con questi ultimi che hanno insistito sulla condizionalità “fase” in caso di utilizzo delle linee di credito del MES e Roma che chiede che non si chiedano condizioni.

Secondo la FT, “il ministro delle Finanze italiano Roberto Gualtieri ha affermato che il suo governo non accetterà una relazione finale inviata ai leader dell’UE a meno che non menzioni esplicitamente la mutualizzazione del debito come strumento per la ripresa economica”.

Giovedì i ministri delle Finanze dell’Eurozona terranno un’altra richiesta, in quanto il Presidente dell’Eurogruppo M’rio Centeno, ha sospeso mercoledì mattina la riunione del giorno seguente, dicendo che “dopo 16 ore di discussioni ci siamo avvicinati a un accordo, ma non ci siamo ancora”.

I funzionari hanno inoltre affermato che, durante la conferenza videoconferenza, la Commissione europea ha stimato che quest’anno l’economia del blocco potrebbe ridursi del 10%.