Jourova afferma che i membri dell’UE dovrebbero ottenere denaro da Bruxelles solo se sostengono lo Stato di diritto


I membri affermano che in tutta l’Unione europea si affermano che dovrebbero ricevere denaro dal lungo bilancio dell’UE e dal fondo di recupero Coronavirus solo se dispongono di tribunali forti e di misure solide contro la corruzione, ha affermato Vera Jourova, Commissaria per i valori e la trasparenza.

“Lo Stato di diritto dovrebbe essere una condizione preliminare per la distribuzione del denaro dell’UE”, ha detto lunedì Jourova, in vista di un incontro con i ministri della giustizia del blocco, con anche il commissario per la giustizia Didier Reynders che partecipa alle discussioni.


Ha aggiunto che avere una “giustizia funzionale” e forti meccanismi anticorruzione dovrebbero essere presupposti necessari.

Le osservazioni di Jourova sono state un monito alla Polonia e all’Ungheria e hanno fatto eco a un appello dei legislatori dell’UE per un’azione immediata da parte delle istituzioni dell’UE, per proteggere i valori fondamentali dell’Unione in un contesto di crescenti violazioni dello Stato di diritto in Polonia.

Diversi Stati membri insistono sul fatto che la presenza di uno Stato di diritto funzionante, il rispetto di standard democratici e lo svolgimento di riforme economiche dovrebbero tra le condizioni per l’erogazione dei fondi dell’UE e chiedono garanzie contro le violazioni dei valori fondamentali dell’UE da parte della Polonia e dell’Ungheria.

In maggio, la Commissione europea ha pubblicato un progetto di testo di raccomandazioni a sostegno del fatto che la corruzione, la responsabilità e le disuguaglianze in Ungheria sono le aree di primo piano che necessitano di miglioramenti, in quanto potrebbero ulteriormente deteriorarsi durante uno stato di pericolo.

“La corruzione, l’accesso all’informazione pubblica e la libertà dei media hanno causato preoccupazioni ancor prima della crisi”, si legge nelle raccomandazioni della Commissione sull’Ungheria, aggiungendo che “le indagini e i procedimenti giudiziari appaiono meno efficaci” nel paese che in altri Stati membri, mentre “manca un’azione sistematica determinata a perseguire la corruzione ad alto livello”.

Durante la giustizia di @EUCouncil parleremo online dello Stato di diritto, della disinformazione e dell’incitamento all’odio. Lo Stato di diritto dovrebbe essere una condizione per i fondi dell’UE. Il denaro dovrebbe essere a beneficio di tutte le persone, non solo di alcune ⬇️
Video completo: https://t.co/2GyRN5Ja7p pic.twitter.com/UdBS8f9DaU

V’ra Jourovà (@VeraJourova) 6 luglio 2020

I leader dell’UE si riuniranno la prossima settimana nel corso di un vertice straordinario che si concluderà sul pacchetto di recupero Coronavirus da 750 euro e sul quadro finanziario pluriennale (MFF) di circa 1,1 euro per il 2021-2027, che darà il via all’economia del blocco dopo la pandemia.