BeI e cureVac contratto di prestito 75 milioni di euro


Lunedì la Banca europea per gli investimenti (BeI) e la società biofarmaceutica tedesca CureVac hanno firmato un accordo di prestito da 75 milioni di euro per lo sviluppo di vaccini contro le malattie infettive, tra cui il vaccino per il nuovo Coronavirus.

Il prestito fornito dal braccio di prestito dell’UE sarà erogato in tre tranche da 25 milioni di euro al termine di tappe predefinite e mira a sostenere le attività di CureVac per completare il suo nuovo impianto di produzione di acido ribonucleico messaggero (mRNA) a Tubinga, in Germania.


“Grazie alla nostra cooperazione con la Commissione europea, possiamo finanziare sempre più aziende biotecnologiche e medtech innovative, come CureVac, nella loro ricerca e sviluppo di vaccini, soluzioni terapeutiche e diagnostiche”, ha dichiarato Ambroise Fayolle, Vice-Pewsident della BEI responsabile dell’innovazione e della salute, aggiungendo che “questo è un valore aggiunto dell’Europa”.

Pierre Kemula, Chief Financial Officer di CureVac, ha commentato che il sostegno della BEI consentirà all’azienda di investire nella sua piattaforma tecnologica all’mRNA per combattere le malattie potenzialmente letali.

La piattaforma tecnologica dell’mRNA di CureVac ha mostrato un potenziale nello sviluppo clinico e nella produzione di vaccini e terapie basati sull’mRNA. Nel mese di giugno, CureVac ha iniziato una sperimentazione clinica di fase 1 del suo vaccino candidato CVnCoV, volto a prevenire le infezioni da SARS-CoV-2.